Comune di Contursi Terme >>Riqualificata con interventi architettonici la storica fontana dei lauri

RSS di - ANSA.it

Riqualificata con interventi architettonici la storica fontana dei lauri

Il Comune interviene e riqualifica la storica fontana dei Lauri con interventi mirati di abbellimento architettonico. L'intervento si è reso possibile nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2007-20013, Misura 323 “SVILUPPO, TUTELA E  RIQUALIFICAZIONE  DEL PATRIMONIO RURALE” finalizzato proprio agli interventi atti a valorizzare e recuperare le fontane e gli abbeveratoi, esistenti nel territorio del comune di Contursi Terme. L'opera è il primo stralcio di un progetto più generale che prevede diversi interventi, significativi,  benché in gran parte sconosciuti alle giovani generazioni, dal punto di vista storico, in quanto testimonianza ancor viva di una civiltà contadina che basava la sua economia sulla pastorizia e l'allevamento del bestiame (il nome delle località dove sono ubicati deriva dal nome delle fonti stesse: fontana dei lauri, fontana dei preti, fontane del pisciarulo, etc….). 
La crisi, infatti, dell'autosufficienza del podere, a partire dagli anni '50, conseguenza dello sviluppo dell'industria e dei servizi, ha generato nuovi modelli sociali con il conseguente spopolamento delle zone rurali, l’abbandono degli antichi casali, l’abbandono degli antichi fontanili e abbeveratoi, testimonianza del lavoro e della vita collettiva.
L’intervento di recupero punta a ridare a quest’area quella funzionalità rappresentativa di luogo d'incontro e di aggregazione.
Fontana dei lauri si trova lungo una delle strade di comunicazione che dalla Campania porta sino alla Calabria, posizionata in aperta campagna, nei pressi della ex S.S.91 direzione Contursi- Campagna.
 
Il manufatto, in muratura mista a calcestruzzo, si articola in tre sezioni.
 
1.     Abbeveratoio per gli animali: due vasche comunicanti tra loro che ricevono acqua dal fontanile, posizionato ad una quota leggermente più alta dal predetto abbeveratoio, attraverso un foro nella muratura;
 
2.     Fontanile con vasca centrale, tra l’abbeveratoio ed il lavatoio;
 
3.     Lavatoio con grossa lastra inclinata, realizzata in opera con striature longitudinali, caratterizzato da un’unica vasca con sovrapposti due fontanini, posizionata ad una quota leggermente più alta del fontanile centrale e comunicante direttamente con la vasca di raccolta dell’acqua sorgiva attraverso un foro nella muratura.
 
Il lavoro di recupero, iniziato in data 18-04-2013, ha previsto, anche a seguito di una variante in corso d’opera (Rimodulazione del progetto - Verbale di D.G.M. N. 89 del 31-05-2013), le seguenti lavorazioni:
 
-       Sistemazione delle aree prossime alla fonte con pulizia dalla vegetazione infestante e regolarizzazione delle stesse anche a seguito di un micro-intervento di ingegneria naturalistica;
 
-       Ripristino della funzionalità idraulica;
 
-       Sistemazione dell’area immediatamente a ridosso della fonte con la sistemazione ed il ripristino dei muri in conglomerato a ridosso della fonte stessa;
 
-       Sistemazione plano altimetrica delle aree interessate;
 
-       Rivestimento in pietra locale della “fontana” e del muro a ridosso di essa;
 
-       Pavimentazione degli spazi immediatamente a ridosso degli abbeveratoi con la creazione di punti di ristoro e/o sosta grazie all’inserimento di elementi in legno di arredo urbano (panchine, tavoli e cestini portarifiuti);
 
-       Sistemazione di un pannello fotovoltaici per l’illuminazione notturna;
 
-       Recinzione delle aree con staccionate in legno e creazione di un filtro tra l’area abbeveratoio e l’area riservata al punto ristoro.
 
Un piccolo segnale di recupero delle località e del paesaggio agricolo capace di ridare bellezza ai luoghi pubblici di attrazione dei turisti e dei visitatori. 
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 5.23 secondi
Powered by Asmenet Campania