Comune di Contursi Terme >>E' partito il mercato settimanale nella nuova area mercatale del Ponte di Santa Maria

RSS di - ANSA.it

E' partito il mercato settimanale nella nuova area mercatale del Ponte di Santa Maria

Sin dalle ore 6,00 di lunedì 21 luglio sono incominciati a sopraggiungere gli operatori commerciali ambulanti presso la nuova area mercatale del Ponte di Santa Maria per dare avvio al nuovo mercato settimanale del lunedì spostato dalla zona scuola materna. Ad accoglierli, sin dalle prime ore, il Sindaco Lardo ed il Presidente del Consiglio Comunale Marino accompagnati dal Comandante dei Vigili Antonio Della Puca e dall'ausiliario Antonio Forlenza che hanno provveduto ad assegnare il posteggio ai rispettivi operatori che, per la verità, avevano già effettuato nelle settimane scorse degli opportuni e congiunti sopralluoghi.
Nella nuova area, dopo l'avviso pubblico firmato dal responsabile del servizio competente Pasquale Cristofaro, hanno preso posto 22 operatori tutti assegnatari di posteggio, mentre nella zona soprastante di via Carducci hanno preso posto gli spuntisti occasionali nel numero di 5 e, soprattutto, in prima fila, i produttori agricoli delle tipicità locali. Un bel numero di operatori, insomma, che ha rappresentato un utile riferimento di scelta per i cittadini ed i consumatori.  La scelta della delocalizzazione è stata assunta dall'Amministrazione comunale che ha ricevuto l'assenso unanime del Consiglio Comunale che, nell'ultima seduta appositamente convocata, ha anche deliberato per dare il più ampio sostegno per i produttori locali, per applicare una tariffa di occupazione degli spazi agevolatissima per ciascun operatore e per sancire la gratuità del parcheggio pubblico multipiano di via Carducci. L'iter per addivenire alla definitiva allocazione del mercato settimanale nella nuova area non è stato facile in quanto è stato necessario approvare uno specifico regolamento comunale, con un passaggio presso le organizzazioni commerciali di categoria e con la costruzione delle planimetrie che hanno dovuto tenere conto delle esigenze di ciascuno.
 
La delocalizzazione, benché partita come esperimento (nella convinzione dell'Amministrazione, le scelte devono essere adottate e portate a compimento per cambiare e migliorare le cose in maniera coraggiosa e decisa tenendo conto dell'interesse generale, salvo la possibilità di tornare indietro se non funzionano) è stata adottata per le seguenti ragioni:
 
1) la precedente area mercatale non era un'area mercatale vera e propria in quanto non era stato mai adottato alcun atto formale in tal senso e senza che ci fossero, quindi, i passaggi di legge (pareri, planimetrie, assegnazioni formali, irregolare ed incongruo pagamento della COSAP etc.);
 
2) la precedente area era priva di parcheggi adeguati, mentre presso la nuova area ci sono più di cento parcheggi messi a disposizione gratuitamente dei cittadini;
 
3) la precedente area era priva di servizi adeguati, mentre presso la nuova area ci sono i bagni pubblici di via Carducci, ci sono bar, negozi ed altri servizi;
 
4) la precedente area era difficilmente raggiungibile e percorribile a piedi da tutti (soprattutto dai più anziani) visto che si trovava in salita per cui occorreva una buona resistenza fisica ed una consistente riserva di ossigeno per arrivarci, mentre la nuova area al ponte di santa Maria si trova in piano, vicinissima alla piazza ed al centro del paese per cui, non solo è molto più facilmente raggiungibile, ma ne possono trarre un sicuro beneficio anche i commercianti contursani del posto e con la possibilità di parcheggiare a pochi metri;
 
5) la precedente area si trovava nei pressi di una casa albergo anziani e nei pressi di una scuola, per cui, comunque, comportava intralcio al traffico ed alla sicurezza viaria, tenuto conto anche del fatto che occorreva comunque chiudere una strada importante di collegamento. La nuova area mercatale, invece, non richiede la chiusura di strade e di aree di collegamento viario e, all'interno della medesima, sono stati delimitati e numerati gli spazi da assegnare a ciascun operatore, senza lasciare nulla all'arbitrio, per cui ognuno sa che avrà il suo posto assegnato senza pericolo di controversie. E' stata data, insomma, una civile regolazione all'importante e tradizionale evento settimanale che ci si augura possa portare maggiore attrattività e competitività al sistema commerciale locale e maggiori vantaggi per i consumatori e per i cittadini contursani.
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 4.327 secondi
Powered by Asmenet Campania