Comune di Contursi Terme >>Costituita la partnership per la presentazione di programmi e progetti per la promozione ed il sostegno dei beni demaniali confiscati.

RSS di - ANSA.it

Costituita la partnership per la presentazione di programmi e progetti per la promozione ed il sostegno dei beni demaniali confiscati.

Dopo regolare avviso pubblico e valutazione da parte di apposita commissione interna, è stata costituita la partnership che dovrà entro il 6 febbraio prossimo, predisporre e presentare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri i progetti di valorizzazione e gestione dei beni comunali che furono confiscati alla criminalità organizzata.
Si tratta, in particolare, del parco termale denominato "Parco delle Querce", dell'area ex imbottigliamento di acqua minerale e dell'area sulla quale sono in corso i lavori di realizzazione del centro benessere e dello sport con piscine, campi sportivi e struttura per eventi e spettacoli.
Il Comune ha voluto, così, aderire al bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per la Gioventù del 7 novembre scorso che destina fino a duecentomila euro di finanziamento a fondo perduto proprio per progetti di questo tipo, rimanendo sempre immutata la destinazione per finalità sociali delle strutture medesime.
L'individuazione della Commissione di valutazione è ricaduta sulla Cooperativa Tertium Millennium di Teggiano che, per i titoli ed il curriculum posseduti, ha dimostrato maggiore affidabilità ed esperierienza a svolgere il ruolo di soggetto capofila del partenariato. Una volta approvati e finanziati i progetti, si procederà alla formale costituzione di una Associazione Temporanea di Scopo sempre con la presenza del Comune e che dovrà gestire per finalità prive di scopo di lucro le predette strutture che sono state già oggetto di finanziamento da parte della Regione Campania. In particolare il parco termale con piscina, l'area delle fonti ed il parco avventura sono già fruibili e l'area benessere e dello sport sarà presto conclusa in quanto già finanziata sempre dalla Regione per circa quattro milioni di euro. Rimane ancora senza finanziamento la struttura albergiera per la quale il Comune ha già inoltrati diverse istanze alla Regione ed allo Stato. Il complesso denominato "Parco della Legalità" si trova in un contesto incantevole di grande bellezza e suggestione paesaggistica lungo un tratto caratteristico del fiume sele, sul quale si trovano molte e variegate fonti di acque minerali molto apprezzate da turisti e visitatori. Per l'Amministrazione si tratta di una scommessa importante. Con la stretta sui finanziamenti pubblici e con la scarsità di risorse economiche, bisogna sfruttare ogni minima occasione del genere in grado di assicurare quanto meno che questi beni non si deperiscano.  

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 7.144 secondi
Powered by Asmenet Campania