Comune di Contursi Terme >>Stretta sull'assenteismo dei dipendenti comunali. Avviata l'azione di recupero delle ore non lavorate da parte dei dipendenti comunali ritardatari

RSS di - ANSA.it

Stretta sull'assenteismo dei dipendenti comunali. Avviata l'azione di recupero delle ore non lavorate da parte dei dipendenti comunali ritardatari

Per la prima volta nella storia amministrativa del Comune di Contursi Terme i dipendenti comunali che avevano accumulato ritardi rispetto al normale orario di lavoro dovranno provvedere al loro integrale recupero. A questa determinazione è addivenuta l'Amministrazione dopo lunghi anni di mancato controllo e di anarchia nella gestione del personale. Prima, infatti, pur essendoci l'obbligo di timbrare l'entrata e l'uscita, non erano stati mai attivati controlli per verificare l'effettiva prestazione delle 36 ore di lavoro settimanali per ciascun dipendente che potevano,così, tranquillamente, timbrare in forte ritardo senza che fossero obbligati non solo a richiedere il relativo permesso al proprio capo ufficio ma anche a recuperare i ritardi maturati. La nuova Amministrazione a fine 2011 ha pensato di approvare una nuova regolamentazione disciplinante l'orario di lavoro e di servizio con l'obbligo di timbrare non solo in entrata ed in uscita ma anche di timbrare le uscite brevi giornaliere. Per gli impiegati amministrativi l'orario di entrata è stato fissato dalle ore 8,00 alle ore 8,15 e, nei due rientri pomeridiani dalle ore 15,00 alle ore 15,30. Oltre detta fascia di flessibilità occorre un permesso scritto con l'obbligo di recuperare il minore orario prestato. L'uscita dal lavoro non può avvenire prima delle ore 14,00 e prima delle ore 18,00 nei due rientri pomeridiani. A differenza del passato, attualmente le entrate e le uscite, subito dopo l'entrata in vigore della nuova regolamentazione, vengono rigorosamente monitorate e, proprio per questo, nei giorni scorsi, ogni dipendente ritardatario si è visto recapitare una lettera di invito a recuperare quanto accumulato durante tutto il 2012 (per tutti i lavoratori si è arrivati a 400 ore complessive di ritardo). Per alcuni lavoratori si è arrivati anche a cinquanta ore lavorative da recuperare. Inoltre l'ufficio di segreteria comunale sta procedendo anche al controllo quotidiano sull'obbligo dei permessi e delle autorizzazioni per ritardi brevi e ingiustificati. In proposito, con apposita deliberazione di Giunta Comunale è stato anche conferito incarico all'ufficio di Polizia Municipale per l'effettuazione di controlli rigorosi sulla effettiva presenza in servizio e su eventuali assenze o allontanamenti ingiustificati dal servizio. Se si pensa che solo per l'anno 2012 il ritardo accumulato per ritardi ed uscite anticipate dal lavoro per tutti i dipendenti è stato di circa quattrocento ore, figurarsi per tutti gli anni precedenti in cui non è stato mai effettuato alcun controllo e quantificazione dei ritardi dalle precedenti amministrazioni, quale potrebbe essere stato il danno subito dalle casse dell'ente oltre che all'evidente danno da inefficienza nei servizi e nell'organizzazione del personale. 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 5.744 secondi
Powered by Asmenet Campania