Comune di Contursi Terme >>AVVIATA LA FASE DI PAGAMENTO DEI DEBITI DELLA PASSATA AMMINISTRAZIONE. RESTITUITO L'ONORE A CONTURSI

RSS di - ANSA.it

AVVIATA LA FASE DI PAGAMENTO DEI DEBITI DELLA PASSATA AMMINISTRAZIONE. RESTITUITO L'ONORE A CONTURSI

Alla fine, dopo mesi e mesi di lavoro sudatissimo su carte, documenti, fatture, atti ingiuntivi no opposti, sentenze e titoli esecutivi, il Comune di Contursi Terme ha evitato definitivamente il dissesto finanziario. Una manovra complicata ed articolata cui si è dovuto fare fronte dopo che la precedente amministrazione comunale guidata da Giacomo Rosa, nel solo quinquennio 2006/2011 aveva maturato la bellezza di circa sette milioni e mezzo di euro di debiti, molti dei quali hanno prodotto cospicui interessi di mora a carico delle casse dell'Ente. La nuova manovra si è resa necessaria in quanto il decreto legge n. 35/2013, per tutti gli enti che avevano già deliberato il riequilibrio finanziario aveva dato la possibilità di richiedere un'anticipazione alla Cassa Depositi e Prestiti per ripianare parte del debito. Il nuovo piano di riequilibrio, dunque, si è basato su circa tremilioni e ottocento mila euro ottenuti in anticipazione dalla Cassa Depositi e Prestiti, da restituire in trenta anni, con una rata di circa diciassettemila euro al mese, sulla vendita immobiliare del patrimonio comunale e sui tagli alle spese di personale che si otterranno nei prossimi anni anche per effetto degli imminenti pensionamenti. Nella loro relazione tecnico-contabile, sia il revisore dei conti e sia il responsabile del servizio finanziario hanno dato il parere favorevole in maniera da consentire, nel giro di appena cinque giorni, il pagamento della prima tranche di debiti per un importo di quasi due milioni di euro. Il Sindaco Lardo, nella sua relazione introduttiva, ha stigmatizzato il grande lavoro fatto dagli uffici e dall'Amministrazione, definendo l'intera operazione come un vero e proprio "miracolo contursano". In effetti, subito dopo l'insediamento, nelle relazioni tecniche degli uffici e del revisore dei conti era stata evidenziata una situazione gravissima che presentava tutti i presupposti del dissesto finanziario che, però, una volta dichiarato, avrebbe comportato la nomina di un commissario straordinario di liquidazione, l'obbligo di mettere al massimo tutte le tasse e tariffe comunali, l'obbligo di licenziare molti dipendenti e l'obbligo di tagliare molta spesa anche sui servizi essenziali (come il diritto allo studio, il trasporto scolastico, la manutenzione, i servizi sociali). Nel quinquennio 2006/2011 non risultavano pagate le tasse ed i contributi previdenziali ai dipendenti e neanche le bollette della pubblica illuminazione, della fornitura idrica all'ASIS e della mensa scolastica. Una vera scelleratezza, se si pensa che, viceversa, il Comune, durante la vecchia gestione amministrazione introitava i relativi canoni e le relative tariffe dai cittadini. Con il pagamento della prima tranche di quei debiti, l'attuale Amministrazione, invece, è riuscita anche a sanare ed a normalizzare i rapporti istituzionali con dette società le quali, come nel caso dell'ASIS, ha accolto anche la richiesta del Comune di aumentare la portata di acqua al paese di tre litri e mezzo al secondo, consentendo, così, di affievolire la sofferenza idrica di cui soffre da anni tutto il territorio ma che la nuova Amministrazione sta cercando, con risultati pratici positivi, di risolvere definitivamente. Per tutti gli amministratori è stata grande la soddisfazione espressa nel corso del Consiglio Comunale che, purtroppo, ha dovuto registrare, ancora una volta, l'assenza completa dei consiglieri Giacomo Rosa, Cristian Mastrolia e Gerardo D'Elia che, manco a farlo apposta, nel quinquiennio precedente erano componenti della Giunta. Per la minoranza era presente solo il consigliere Forlenza Onofrio. "Abbiamo restituito l'onore e la dignità che gli spetta alla città ed a tutti i contursani", ha sottolineato il Sindaco, "dopo la pagina più brutta della sua storia amministrativa, Contursi Terme, a testa alta, può dire di aver mantenuto onore a tutti i suoi impegni. Una nuova fase ed una nuova pagina si può aprire per le giovani generazioni alle quali sarà consegnato un Ente in perfetta regola, con i conti a posto e completamente risanato.    

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 6.229 secondi
Powered by Asmenet Campania